Coachella mood

Ci sono dei posti così lontani da riuscire a malapena a collocarli su una cartina geografica. Quei posti che desideri attraversare – magari chissà, in un week-end di metà aprile; con Il vento caldo che spettina i capelli e la sabbia del deserto sotto i piedi con indosso un paio di short –. Una porzione di spiaggia e cielo davanti a te cosi grande da far perdere la cognizione del tempo e dello spazio.

Sentire e toccare, niente più.
Coachella e’ uno di quei posti.

Intorno, il deserto. L’aria afosa. Il sole alto, sempre.

Un susseguirsi di palme in fila. 

La ruota panoramica che gira e gira e tu alzi le mani e sorridi, canti e respiri a pieni polmoni. il tempo si ferma. Una bandana annodata intorno alla testa -sì, perché se non ce l’hai fuori dal Coachella stai- e poi di cappelli, coroncine di fiori, stivaletti, zaini, occhiali da sole. La musica, l’energia che regna sovrana.

Poi apri gli occhi è realizzi che sei ancora qui, nella tua amata terra calabra, e che Coachella è quel posto dove tutti una volta nella vita siamo pronti ad andare- soprattutto, nei nostri sogni migliori-

Detto questo, felice Venerdì e andiamo in pace

pinterest

 

 

6 commenti

  1. Sono stata 3 volte a Los Angeles, ma ero poco più che una bambina e non sapevo nemmeno cosa fosse Coachella.
    Certo che mi piacerebbe molto parteciparvi!
    Beata te comunque che sei in Calabria, io in Umbria non ho nemmeno il mare!
    Bacioni
    Martina
    http://www.pinkbubbles.it