Audrey Hepburn Style!

4 maggio 1929 nasceva in Olanda una principessa del cinema: Audrey Hepburn. Sognava di fare la ballerina ed io, come lei, “poco più avanti” rivivevo il sogno delle scarpette a punta su di un parque marroncino lucido come uno specchio. Non ricordo bene quando è iniziata la mia profonda stima mista a tanta benevole ammirazione per colei che, a distanza di anni, rivive in me in ogni angolo della mia stanza e in ogni angolo del mondo. Un quadro, quello in cui  la ritrae con lo sguardo ipnotizzato a New York davanti alla celebre vetrina che la incoronò mito di tutti i tempi nella sua unica, indiscutibile bellezza e bravura. Lo custodisco gelosamente quasi come fosse un pezzo prezioso di un antico museo. Potrei stare ore a guardarla, nel suo essere semplicemente magnifica. Le sue frasi più celebri hanno condizionato e ispirato migliaia di donne, noi tutte la ricorderemo e sorrideremo pensando a lei -perché il sorriso è l’accessorio più bello che una donna possa indossare per essere forte quando tutto sembra andare male, per essere felici e credere in un domani migliore-.  Indosseremo il rosa e danzeremo su delle ballerine nere, lucide, mai banali e sempre ricercate come solo lei sapeva indossare.

Eleganza e semplicità caratterizzavano la personalità di Audrey Hepburn: un’icona che ancora oggi influenza il mondo della moda e dell’home & living. In occasione della ricorrenza del compleanno della diva, il 4 maggio, Dalani ne ripercorre il fascino.

Audrey Hepbur Style!

14622817905728a63e877901.00230645_cropDalani-audrey-hepburn-4Dalani-audrey-hepburn-7Dalani-audrey-hepburn-6

Audrey Hepbur Style!

Audrey, coraggiosa, romantica, fuori dai canoni estetici, acqua e sapone un’attrice divenuta icona di se stessa, che Dalani omaggia quale indiscutibile ispirazione di  eleganza e stile.

Buon compleanno Audrey Hepburn! 

Dal 4/05 al 09/05

 

Continue Reading

Minimal per la casa: quando l’essenziale diventa stile

 

Si sa, arriva prima o poi quel momento in cui ogni donna, in cuor suo, realizza il desiderio di vivere uno spazio tutto per sè; caldo, accogliente,confortevole. Uno spazio che più in generale prende il nome di casa.

Casa, una semplice parola ma dai connotati meravigliosi, composta da pezzi di arredamento unici per ogni donna.

Sì, – perchè ogni singolo angolo di casa racchiude una parte di te, e ogni attimo vissuto nella tua casa si mescola all’arredamento–.

C’è chi si ispira alle moda del momento e chi invece rimane fedele allo stile intramontabile del classico. Alcuni azzardano colori accesi, dall’oggettistica stravagante, altri vittime del vintage rispolverano antichi pezzi d’arredamento rendendoli più vivi che mai. Perché quando si tratta di arredare la propria casa ognuno ha il suo stile, i suoi gusti elle sue esigenze.

Anche io, molte volte, mi sono soffermata a comporre ogni singola camera che vorrei realizzare dall’arredo ai colori, dai quadri all’oggettistica. La tipologia che più mi rappresenta è senza dubbio un arredamento dallo stile minimal.

Semplicità, essenzialità e funzionalità sono le caratteristiche principali che lo identificano.  Lo spazio è il vero e proprio protagonista, un occasione perfetta dove il moderno e il contemporaneo si incontrano; un luogo perfetto per sfoggiare lampade da terra dalla luce bianca e fredda vicino alla poltrona in pelle in soggiorno, meglio se vicino al camino. Cabine armadio e specchi privi di cornice dalle geometriche irregolari  in stanza da letto, mobili semplice e poco ingombranti. Un design pulito e raffinato sinonimo di ordine e tranquillità. Nell’arredamento minimal quindi, via il superfluo e le decorazioni inutili perché a valorizzare il tutto ci pensa la luce, -quella naturale che proviene dagli infissi rigorosamente grandi e senza tende-.  I colori di una casa in stile minimal vanno dai più semplici e puri come il bianco, beige più carico, il weigè del legno, rosso e poi il nero, intramontabile.

Un arredamento semplice ma allo stesso tempo moderno e contemporaneo, ricercato, sofisticato e unico nella sua semplicità.

Minimal per la casa: quando l’essenziale diventa uno stile.

d6bdecd3595d3458cda4da05842e504e6ce6bb714bc3a6192f6d32468f9926f7minimal69b7c2d5eb4410aada5fd04bc1cc45a2

(Pinterest)

Continue Reading

Home sweet home

Poi ti svegli una mattina di un normale martedì e fuori è grigio. Ancora

L’attimo in cui ti accorgi che la primavera non è poi cosi lontana lascia spazio alla pioggia di inizio giornata con annesso malumore. Quella “pioggerellina” fastidiosa che sorprende -sempre- nei momenti più impensabili. Situazione aggravata dal fatto che la tua casa é cosi lontana e che nella borsa, talmente piena da esplodere, un ombrello -ovviamente- non ci sta.
Quando sei in pieno centro città, all’uscita dal parrucchiere (non sia mai sempre dopo la messa in piega) o semplicemente nel bel mezzo di una passeggiata.
Ed é lì che vuoi ritornare, in fretta e anche di corsa, nel tuo spazio quotidiano che prende il nome di
casa.
Quando appena raggiunta la soglia all’entrata tanto desiderata tra starnuti e capelli scompigliati sospiri: “
casa dolce casa “.
Piccola, confortevole, un po’ sul burdeaux con una spruzzata di viola, qualche libro in disordine e soprattutto fiori freschi pronti a ricordare che anche se fuori piove e pur sempre primavera.
Ti accoglie a braccia aperte. La cucina è pronta a scaldare la tua tisana rilassante e il tuo divano non aspetta altro che te.
Poco importa se fuori dalla finestra la pioggia e il grigiore persistono, quando sei a casa -la tua casa- il mondo esterno può anche aspettare.

image

image

image

image

image

image

image
(Pic: pinterest)

Continue Reading